Il nostro sito utilizza i cookies per offrirti un servizio migliore.

Se vuoi saperne di più o avere istruzioni dettagliate su come disabilitare l'uso dei cookies puoi leggere l' informativa estesa

Cliccando in un punto qualsiasi dello schermo, effettuando un’azione di scroll o cliccando su Accetto, presti il consenso all’uso di tutti i cookies.

C.R.A.T. - Coordinamento Regionale per le Attività Trasfusionali

Il Coordinamento Regionale per le Attività Trasfusionali è un organismo della Direzione Regionale per i Servizi Sanitari creato con lo scopo di armonizzare le funzioni sanitarie nell’ambito del sistema trasfusionale. Tale riprogettazione del sistema si è concretizzata con il "4° Piano Sangue" approvato dalla Giunta Regionale.


Il CRAT si compone di:
- Un Responsabile Coordinatore.
- Personale amministrativo
- Un Organismo di Supporto Tecnico-Scientifico (OSST) che ha il compito di fornire una consulenza specifica e di collaborare nell’ambito della riprogettazione e del monitoraggio delle varie attività. Ne fanno parte due responsabili di struttura trasfusionale (uno rappresentante della SIMTI e uno del CRCC) e tre rappresentanti delle Associazioni e Federazioni dei Donatori di Sangue (tra cui FIDAS).


Finalità
 
- fornire un deciso segnale di cambiamento nelle logiche, criteri e strumenti di pianificazione, direzione e gestione del sistema trasfusionale regionale;

-garantire autorità ed autorevolezza nei rapporti con i vari soggetti interessati (Aziende Sanitarie, Strutture trasfusionali, Associazioni e Federazioni del Volontariato), governando le funzioni di negoziazione degli obiettivi di budget, di monitoraggio e di valutazione dei risultati conseguiti (gestione dell'orientamento vincolato della spesa);

- assicurare la gestione amministrativa e contabile dell'Accordo Interregionale per la Plasmaderivazione
Collaborazioni

Le strutture e organizzazioni coinvolte nella gestione operativa del CRAT sono:

- CRCC (Centro Regionale di Coordinamento e Compensazione),
- SIT (servizi immunotrasfusionali territoriali)
- Farmacie Ospedaliere.


Il CRAT collabora e si relaziona inoltre con:

- la Commissione Regionale per il Servizio Trasfusionale (CRST). Tale Commissione è stata istituita con la Legge Regionale n. 65 del 15 novembre 1994, e rinnovata nel corso del 2004 con il decreto n.28 del 9 marzo 2004 a firma del Dirigente Regionale della Direzione per i Servizi Sanitari, dr. Martello.
Le principali funzioni di tale organismo sono di natura consultiva e di indirizzo in materia trasfusionale, in particolare nella formulazione di indicazioni e proposte per la Giunta Regionale ritenute utili ai fini dell'ottimizzazione del sistema trasfusionale veneto.
- Associazioni e Federazioni Donatori di sangue: FIDAS e AVIS
- Società Scientifica di Medicina Trasfusionale - SIMTI

 

Contatti

Sede operativa:
Azienda ULSS n.7 di Pieve di Soligo,
c/o Ospedale De Gironcoli:
Via Manin n. 110, 31015 Conegliano (TV)

Tel. 0438/654353              0438/654353     
Fax 0438/654203

DIRETTORE: Dr. Antonio Breda

Sito web: www.crat.veneto.it

Joomla templates by a4joomla